Cervofestival
ARNULF VON ARNIM E IAN FOUNTAIN:
IL 56° FESTIVAL SI CHIUDE A QUATTRO MANI
Concerto in collaborazione con Lions Club Imperia Host

Prima del concerto il Lions Club Imperia Host consegnerà il defribillatore alla Comunità di Cervo
Il pianoforte, grande protagonista dell’estate 2019, congeda il 56° Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo. Si conclude così la stagione musicale cervese, ricca e variegata, fatta di eventi di gusto e natura differenti e che ha accolto, anche quest’anno, artisti di grande spessore e sensibilità.

Sabato 31 agosto – ore 21.30 – sul Sagrato dei Corallini, Arnulf Von Arnim e Ian Fountain suggellano il cartellone musicale estivo con un concerto a quattro mani dedicato a Schubert e a Brahms, due facce del Romanticismo Musicale, anime di due diverse generazioni che coprono il XIX Secolo.

Nel corso della serata, il Presidente del Lions Club Imperia Host, Vittorio Adolfo, consegnerà al Sindaco di Cervo, Lina Cha, un defribillatore, acquistato con i proventi dell’incasso del concerto dello scorso 17 luglio – nato come service Lions - inserito nel cartellone del Festival e con protagonista Andrea Bacchetti. Il defribillatore sarà donato alla comunità di Cervo e posizionato in un luogo di facile accesso.

Nel pomeriggio - alle ore 17.00 – Arnulf Von Arnim e Ian Fountain incontreranno ragazzi e studenti nell’Oratorio di Santa Caterina.

PROGRAMMA DEL CONCERTO
F. Schubert Sonata in do maggiore D 812 (Grand Duo) per pianoforte a quattro mani

J. Brahms Sinfonia Nr 1 in do minore op. 68
(trascrizione per pianoforte a quattro mani di J. Brahms)



Il concerto sarà preceduto da due cicli di guida all’ascolto - alle 20.45 e alle 21.00 – a cura di giovani allievi dell’Associazione San Giorgio Musica di Cervo. La collaborazione con la San Giorgio rientra nel progetto avviato con le Scuole Secondarie di primo grado ad indirizzo musicale della Provincia di Imperia, che effettueranno un laboratorio sul Festival grazie al partenariato dell’Associazione “Cumpagnia du Servu” di Cervo: l’intento è quello di valorizzare e sostenere il pubblico del futuro.

In caso di maltempo, il concerto si svolgerà all’interno della Chiesa di San Giovanni Battista.


Prezzi biglietti:
- Primi posti € 25,00, secondi posti € 20,00. Ingressi: € 15,00
- ragazzi dagli 11 ai 19 anni e studenti sino ai 26 anni: € 5,00
- bambini sino ai 10 anni e disabili: ingresso gratuito
Tutte le immagini e le informazioni relative alla biglietteria e alle agenzie di prenotazione sono presenti sul sito www.cervofestival.com

Biglietteria online: http://bit.ly/2JprFap
La biglietteria è collocata all’interno dell’Oratorio di Santa Caterina, dove si potrà visitare, inoltre, una raccolta di immagini sacre (1600/1900) donate dalla famiglia Vallora al Comune di Cervo.
NOTE SUL PROGRAMMA: La Grande Sonata D 812 - pubblicata postuma nel 1838 – nasce dalla grande ammirazione che Schubert (1797-1828) nutriva per Beethoven, modello cui si ispira per le composizioni cameristiche del periodo maturo. La Sonata ha un'ampia elaborazione sin dall'Allegro moderato, che alterna e contrappone la gravità al vigore, il piglio alla dolce cantabilità. Nell’Andante si colglie l’eco, appunto, beethoveniano nel gioco armonico, ma l’intenso lirismo con le sue morbide sfumature è tutto di Schubert. Lo Scherzo è brillante, inframezzato da un Trio delicatissimo. L’Allegro vivace è caratterizzato da un denso sviluppo tematico, che la collocherebbe tranquillamente come pagina strumentale di più ampio respiro, non destinata, cioè, al solo pianoforte. Il secondo brano proposto è una trascrizione per pianoforte a quattro mani che lo stesso Brahms (1833-1897) fece della sua Prima Sinfonia. L’introduzione Un poco sostenuto anticipa i temi dell’Allegro che segue, quello energico, quello cantabile, quello fortemente ritmico. L’Andante sostenuto ha il sapore e la struttura di un Lied, con una parte solenne e una più lirica. Un poco allegretto e Grazioso è uno scherzo con trio, con ampio spazio dato, nella prima parte, al clarinetto (qui, naturalmente, non possiamo cogliere l’aspetto timbrico). Il Finale è preceduto da due episodi lenti, entrambi divisi in due parti tra loro contrastanti: l’idea di marca romantica e, soprattutto, beethoveniana, della dialettica infinita tra temi e umori contrastanti a simboleggiare le contraddizioni dell’esistenza umana. Contraddizioni che, nell’idea compositiva brahmsiana successiva, verranno risolte in un linguaggio sempre più personale e indipendente dai primi modelli d’ispirazione.


Arnulf Von Arnim. Nato nel 1947, ha studiato a Francoforte, Stoccarda e Parigi con Pierre Sancan. Ha frequentato masterclasses con Claudio Arrau e Wilhelm Kampff ed è risultato vincitore il I Premio al concorso "Viotti" di Vercelli e "Maria Canals" di Barcellona. Si è esibito come solista in tutta Europa, Stati Uniti e Giappone. Come camerista ha collaborato con i più grandi interpreti della scena internazionale. Insegna alla Folkwang Hochschule di Essen ed è professore ospite presso il Conservatorio Musashino di Tokio. È direttore artistico del Concorso Internazionale Schubert di Dortmund. Tiene masterclasses in tutto il mondo ed è spesso nella giuria di concorsi pianistici internazionali.

Ian Fountain. A diciannove anni vince il primo premio al Concorso Arthur Rubinstein di Tel Aviv. Da allora si è esibito in Europa, negli Stati Uniti e in Asia con prestigiose orchestre. Ha inaugurato nel 1992/93 la stagione di concerti del Conservatorio moscovita e ha partecipato, a Cracovia, alle celebrazioni dei 150 anni dalla morte di Chopin. In ambito cameristico ha suonato nelle più prestigiose sale da concerto. Ha inciso molti CD, con eccellenti critiche. Dal 2001 è professore di pianoforte alla Royal Academy of Music di Londra ed è spesso nella giuria di importanti concorsi internazionali.

Diversamente Festival: è attivo un servizio di accompagnamento curato dal personale della Croce d’Oro di Cervo, presente a tutti gli spettacoli. A partire dalle 20.30 e per tutta la durata del concerto, i volontari saranno a disposizione in Piazza Castello, con mezzi adeguati, per agevolare l’accesso delle persone diversamente abili al Sagrato dei Corallini.

E’ previsto inoltre un servizio di bus-navetta gratuito dal parcheggio custodito di Via Steria a Piazza Castello, dalle ore 19.30 alle 01.00, e messo a disposizione un parcheggio custodito in Via Steria. Info: Tel. 0183 406462 – int. 3 turismo@cervo.com


Il Festival è stato realizzato con il sostegno della Compagnia di San Paolo nell’ambito dell’edizione 2019 del bando “Performing Arts".
Con questa manifestazione, il Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo è entrato a far parte di PERFORMING +, un progetto per il triennio 2018-2020 lanciato dalla Compagnia di San Paolo e dalla Fondazione Piemonte dal Vivo con la collaborazione dell’Osservatorio Culturale del Piemonte, che ha l’obiettivo di rafforzare le competenze della comunità di soggetti non profit operanti nello spettacolo dal vivo in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.


Sempre nel segno di cultura e qualità.

Cervo…is magic!


    Cervo Festival - Comune di Cervo
    -
    salita al Castello, 15
    -
    Cervo
    -
    18010
    -
    info@cervofestival.com
    -
    www.cervofestival.com
    -
    00246280085
    -
    Proseguendo la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie impiegati dal nostro sito.
    Per maggiori info