Cervofestival
CANTO E INCANTO SUL SAGRATO:
IL SOPRANO GABRIELLA COSTA INTERPRETA HÄNDEL
In collaborazione con Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo

Sconti a residenti e turisti
e svolgimento nel pieno rispetto delle norme di sicurezza anti COVID  
Dedicato a Händel. Compositore cosmopolita, sempre in viaggio e alla ricerca di nuove esperienze artistiche, le sue pagine possiedono versatilità, ricchezza timbrica, raffinatezza armonica, eleganza di forme e incisività drammatica, un'opulenza perfettamente in sintonia con lo spirito barocco. Handel è davvero figlio del suo tempo.

Venerdì 31 luglio - ore 21.30 – in Piazza San Giovanni Battista sarà protagonista la voce di Gabriella Costa (Soprano), accompagnata dal Quintetto d’Archi dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo. Il concerto propone una selezione dalle opere e dagli oratori di Händel e due brani strumentali, la Passacaglia e un “intruso”, il Divertimento K 134 di W. A. Mozart.

Marco Bigarelli – violino
Luca Marzolla – violino
Luca Pirondini – viola
Mariano Dapor – violoncello
Michele Bonfante – contrabbasso
Giancarlo De Lorenzo – direttore



Il concerto sigla la collaborazione tra il Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo e la Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo.
Con il supporto di FIDEURAM Private Banker




PROGRAMMA


G.F. Haendel Da Semele
Aria di Semele “Endless Pleasure”

G.F. Heandel Da Alcina
Aria di Morgana “Tornami a vagheggiar”

G.F. Haendel Passacaglia in Sol minore

G.F. Haendel Da Giulio Cesare
Aria di Cleopatra “V'adoro Pupille”
“Piangerò la sorte mia”

W.A. Mozart Divertimento in Fa maggiore KV 138

G.F. Haendel Da Giulio Cesare
“Da tempeste il legno infranto”

G.F. Haendel Da Rinaldo
Aria di Almirena “Lascia ch'io pianga”

G.F. Haendel Dal Messiah
“Rejoyce greatly“
NOTE SUL PROGRAMMA: Contemporaneo di Bach e sassone come lui, anche Georg Friedrich Händel (1685-1759) compie una sintesi degli stili del periodo; ma se Bach, genio assimilatore, guarda dentro di sé e si basa su una logica costruttiva ancorata al passato, Händel è davvero figlio del suo tempo ed elabora tutti gli stimoli del linguaggio contemporaneo, di varie provenienze e culture, per donare alla propria opera una incontrastata popolarità. È abbastanza nota la formula “Bach guarda dentro di sé, Händel intorno a sé”. La sua produzione complessiva comprende musica vocale e strumentale, di varie tipologie. Questa sera ascolteremo oratori, molti sono basati su episodi del Vecchio Testamento, altri su episodi della storia ebraica; Semele (1743) invece è profano, perché tratto dalla mitologia greca, in particolare dalle Metamorfosi di Ovidio. Il Messiah (1741), tratto dalla Bibbia di Re Giacomo e dalla versione dei Salmi inclusa nel Book of Common Prayer, è invece una grandiosa meditazione sulla vita di Cristo. Il brano più celebre di questo oratorio è l' Halleluja. Sia negli oratori che nelle opere si possono cogliere una pregnante aderenza espressiva e la cura con cui la musica riveste le parole del testo, grazie anche alla profonda conoscenza della lingua inglese, che Händel studiò con molta attenzione durante il suo lungo soggiorno in Inghilterra. Le arie di questa sera sono tratte da Rinaldo (1711), opera in italiano ispirata alla Gerusalemme liberata di Torquato Tasso; Giulio Cesare in Egitto (1724), anche questa in lingua italiana; dall'Alcina (1735), che ha come prima fonte l'Orlando furioso di Ludovico Ariosto. In tutte queste opere colorita e fantasiosa è la strumentazione, potente la caratterizzazione dei personaggi. La Passacaglia è una danza settecentesca di origine spagnola, in ritmo ternario e di andamento lento. Nel corso del tempo, come avvenne per molte altre forme di danza, essa si emancipa gradualmente dal movimento del corpo e subisce una sorta di stilizzazione, trasformandosi in un brano solo strumentale. Anche il Divertimento, a modo suo, è legato all’idea della danza e al gusto settecentesco di fare musica insieme. Piacevole, limpido, misurato, questo Divertimento mozartiano riflette un classicismo sereno ed equilibrato, con influenze di stile italiano.

Gabriella Costa. Diplomata in pianoforte e laureata in Musicologia, è un’artista versatile ed apprezzata anche per il suo vasto repertorio: barocco, liederistico ma anche l’opera dell‘800. Frequenti le incursioni in ambito contemporaneo e d’avanguardia, con prime assolute di grandi compositori. Lavora con Direttori e Registi di fama mondiale e con importanti realtà artistiche italiane ed estere. Nell’ambito del Barocco, vanta collaborazioni di prestigio. Interpreta anche la Musica leggera – italiana e straniera – spaziando dalla melodia al musical e al jazz.







La serata si svolgerà – come tutti gli appuntamenti del cartellone – nel pieno rispetto delle norme di sicurezza relative al contenimento del contagio da COVID-19.

In caso di maltempo, il concerto si svolgerà all’interno della Chiesa di San Giovanni Battista.

Il servizio navetta quest’anno non sarà effettuato per motivi di sicurezza. Si può usufruire del posteggio in Piazza Steria, con ampia disponibilità di spazi. Il percorso, a piedi, dal posteggio alla Piazza dei Corallini è di circa 15 minuti.


PRENOTAZIONI

È possibile prenotare online sul sito www.cervofestival.com e presso le agenzie accreditate. I posti a sedere sulla gradinata della Chiesa dei Corallini saranno acquistabili esclusivamente la sera dello spettacolo presso la biglietteria all’interno dell’Oratorio di S. Caterina, aperta dalle ore 19.30.

Prezzi biglietti:
- Primi posti: € 25,00 – Secondi posti € 20,00 - Ingressi: € 15,00
- ragazzi fino ai 19 anni e studenti sino ai 26 anni: € 5,00
- bambini sino ai 10 anni e disabili: ingresso gratuito


RIDUZIONI E SCONTI

SOCI FAI: sconto di € 5,00 (non cumulabile con altre categorie di sconto), sia per la prenotazione online che per l’acquisto in biglietteria.
RESIDENTI: sconto del 50% (non cumulabile con le altre riduzioni), sia per la prenotazione online che per l’acquisto in biglietteria.
TURISTI: sconto di € 5,00 sui posti in platea a tutti gli spettatori che avranno acquistato prodotti e servizi per un valore di almeno € 30,00 presso le attività commerciali e turistiche di Cervo nel giorno dello spettacolo. Tale sconto non è cumulabile con le altre riduzioni già previste e non è applicabile alle prenotazioni online.






DIVERSAMENTE FESTIVAL
È attivo il servizio di accompagnamento curato dalla Croce d’Oro di Cervo. A partire da un’ora prima dello spettacolo e fino a fine serata, i volontari saranno a disposizione in Piazza Castello, con mezzi adeguati, per agevolare l’accesso delle persone diversamente abili.


Il programma del Festival è visibile sul sito www.cervofestival.com e sulle pagine social della manifestazione. Info al numero 0183 406462 int. 3


Sarà un anno speciale, nel quale conterà molto la collaborazione con il pubblico del Festival: per questo gli organizzatori lo ringraziano anticipatamente.



Il Festival è stato realizzato con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando “Performing Arts".


Sempre nel segno di cultura e qualità.

Cervo…is magic!    
    Cervo Festival - Comune di Cervo
    -
    salita al Castello, 15
    -
    Cervo
    -
    18010
    -
    info@cervofestival.com
    -
    www.cervofestival.com
    -
    00246280085
    -
    Proseguendo la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie impiegati dal nostro sito.
    Per maggiori info