Cervofestival
GIORNATE GÉZA ANDA A CERVO:
DASOL KIM SIGILLA IL PERCORSO MUSICALE
IN SINERGIA CON LA FONDAZIONE SVIZZERA

Concerto in collaborazione con Lions Club Imperia Host

Proseguono le Giornate Géza Anda e si attende l’ultima tappa di questo articolato percorso musicale inserito nel 56° Festival Internazionale di Musica da camera di Cervo.

Lunedì 22 luglio – ore 21.30 – Dasol Kim si esibirà sul Sagrato dei Corallini per una serata organizzata in collaborazione con Lions Club Imperia Host.
Il concerto propone pagine del repertorio romantico e guarda in particolare ai moti dell’animo, alle “inquietudini” del tardo Ottocento e del primo Novecento.

Le Giornate Géza Anda siglano la collaborazione tra il Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo e il Concorso Pianistico Géza Anda di Zurigo.
Il Progetto Artistico "Giornate Géza Anda” è stato riconfermato grazie anche al contributo economico che verrà elargito dalla Fondazione Géza Anda. Tale iniziativa consiste nella realizzazione - all'interno di ogni edizione annuale del Festival di Cervo - di un vero e proprio "Festival nel Festival" interamente dedicato al pianoforte e che prevede:
- concerto di uno dei vincitori del prestigioso premio svizzero;
- concerto e masterclass del M° Pietro De Maria (sul palco del Festival venerdì 19 luglio) che ogni anno – dallo scorso 2018 al 2020 - presenterà un ciclo tematico dal titolo “Tra rigore e libertà, un viaggio nel tempo attraverso Studi, Improvvisi e Fantasie per pianoforte”.

PROGRAMMA
R. Schumann Tema e Variazioni in Mi bemolle maggiore “Geistervariationen”, WoO 24

A. Skriabin Sonata in Fa diesis minore, op. 23

Sonata in Fa diesis maggiore, op. 30

F. Chopin Scherzo n° 1 In Si minore, op. 20
Scherzo n° 2 In Si bemolle minore, op. 31
Scherzo n° 3 in Do diesis minore, op. 33
Scherzo n° 4 in Mi Maggiore, op. 54


Il concerto sarà preceduto da due cicli di guida all’ascolto - alle 20.45 e alle 21.00 – a cura di giovani allievi dell’Associazione San Giorgio Musica di Cervo. La collaborazione con la San Giorgio rientra nel progetto avviato con le Scuole Secondarie di primo grado ad indirizzo musicale della Provincia di Imperia, che effettueranno un laboratorio sul Festival grazie al partenariato dell’Associazione “Cumpagnia du Servu” di Cervo: l’intento è quello di valorizzare e sostenere il pubblico del futuro.


Prezzi biglietti:
- Primi posti € 25,00, secondi posti € 20,00. Ingressi: € 15,00
- ragazzi dagli 11 ai 19 anni e studenti sino ai 26 anni: € 5,00
- bambini sino ai 10 anni e disabili: ingresso gratuito
Tutte le immagini e le informazioni relative alla biglietteria e alle agenzie di prenotazione sono presenti sul sito www.cervofestival.com

Biglietteria online: http://bit.ly/2L3QdJi

La biglietteria è collocata all’interno dell’Oratorio di Santa Caterina, dove si potrà visitare, inoltre, una raccolta di immagini sacre (1600/1900) donate dalla famiglia Vallora al Comune di Cervo.
NOTE SUL PROGRAMMA: Grande protagonista dell’epoca romantica è il pianoforte, veicolo privilegiato per far trasparire i moti interiori, l’immaginazione fantastica, il virtuosismo trascendentale. Ecco. Il virtuosismo. Qui non può che esserci Chopin, il poeta di se stesso e dell’anima, che proprio al pianoforte affida l’irruenza della passione e che trasforma le inquietudini dell’animo in strabilianti creazioni artistiche. Gli Scherzi sono quattro, in tonalità diverse, e pur basandosi su un modello codificato - tempo ternario, di andamento molto veloce, articolato in tre sezioni – Chopin va oltre, trasfigurando tale schema e adattandolo alla propria poetica e alle esigenze “drammatiche” ed espressive più profonde, attraverso uno stile quasi rapsodico. Qui hanno libero sfogo la fantasia e il cofronto tra sentimenti diversi e contrastanti. Poi Schumann, Geistervariationen (Variazioni degli spettri). Durante la composizione tentò il suicidio gettandosi nel Reno, riprendendo poi il lavoro subito dopo il salvataggio. Sarebbero gli spiriti – questo ci illumina sulle condizioni di precarietà psicologica del compositore - ad avergli dettato il tema su cui si basa il lavoro, cinque variazioni inserite in uno schema ben strutturato: le prime tre dedicate ad aspetti tecnici (ritmo, contrappunto, ornamenti), la quarta con il sapore di un corale piuttosto cupo, la quinta, che attraverso un movimento incessante manifesta una perenne inquietudine, riassumendo e chiudendo idealmente la composizione (e la parabola creativa di Schumann). Passiamo poi alle inquietudini di inizio del Novecento, segnato da una molteplicità di sentori, reazioni, interpretazioni: il simbolismo skrjabiniano evoca le atmosfere in maniera quasi visionaria, grazie alla sperimentazione timbrica e alla libertà armonica, che arriva, gradualmente, all’atonalismo. Temi frammentari intensamente elaborati, intreccio dei piani sonori, cromatismi entrano in un sistema compositivo del tutto nuovo che anticipa, per certi versi, il metodo seriale, con l’equiparazione tra struttura verticale (armonia) e orizzontale (melodia), come nelle sonate per pianoforte, generate da un unico accordo sintetico.


Dasol Kim
Solista molto richiesto, si esibisce con le principali orchestre del Mondo. Si sta dedicando all’esecuzione delle 32 Sonate di Beethoven. Ha debuttato nella Young Conert Artist Series a New York e Washington e al Kennedy Center, come vincitore del Korean Concert Prize. I Premio del Young Concert Artist International Auditions di New York (2015), Epinal International Piano Competition (2011), Young Concert Artist International Auditions di Lipsia; II premio Géza Anda di Zurigo (2012) III all’ARD International Music Competition di Monaco (2011). È laureato presso la Hochschule di Hannover. Deutsche Gramophon ha pubblicato il suo primo cd, “Dasol Kim plays Schumann”.



Diversamente Festival: è attivo un servizio di accompagnamento curato dal personale della Croce d’Oro di Cervo, presente a tutti gli spettacoli. A partire dalle 20.30 e per tutta la durata del concerto, i volontari saranno a disposizione in Piazza Castello, con mezzi adeguati, per agevolare l’accesso delle persone diversamente abili al Sagrato dei Corallini.

E’ previsto inoltre un servizio di bus-navetta gratuito dal parcheggio custodito di Via Steria a Piazza Castello, dalle ore 19.30 alle 01.00, e messo a disposizione un parcheggio custodito in Via Steria. Info: Tel. 0183 406462 – int. 3 turismo@cervo.com



Il Festival è stato realizzato con il sostegno della Compagnia di San Paolo nell’ambito dell’edizione 2019 del bando “Performing Arts".
Con questa manifestazione, il Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo è entrato a far parte di PERFORMING +, un progetto per il triennio 2018-2020 lanciato dalla Compagnia di San Paolo e dalla Fondazione Piemonte dal Vivo con la collaborazione dell’Osservatorio Culturale del Piemonte, che ha l’obiettivo di rafforzare le competenze della comunità di soggetti non profit operanti nello spettacolo dal vivo in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.




Sempre nel segno di cultura e qualità.

Cervo…is magic!
    Cervo Festival - Comune di Cervo
    -
    salita al Castello, 15
    -
    Cervo
    -
    18010
    -
    info@cervofestival.com
    -
    www.cervofestival.com
    -
    00246280085
    -
    Proseguendo la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie impiegati dal nostro sito.
    Per maggiori info